Categoria Pulizia interni

admin

La pulizia della casa può riservare, in molte occasioni, diverse sorprese grazie all’applicazione di piccoli ma utilissimi trucchi semplici da mettere in pratica. Di seguito vediamo alcuni trucchi che non sapevi per pulire i vetri delle finestre che, come noto, rappresentano uno degli aspetti più fastidiosi e per molti versi complicati per la pulizia della propria casa.

Quando ci si chiede come lavare i vetri senza lasciare aloni e massimizzando, quindi, l’effetto di pulito spesso ci si può imbattere in tantissime soluzioni differenti. Fortunatamente, esistono alcuni semplici trucchi per pulire i vetri delle finestre in poco tempo e con il massimo risultato possibile.

Prima di procedere con la pulizia di un vetro è importante analizzare con attenzione le superfici e valutarne il livello di sporco con cui si dovrà fare i conti. A nostra disposizione esistono un gran numero di metodi non convenzionali, talvolta poco conosciuti, ma estremamente efficaci che permettono di eliminare facilmente lo sporco, anche il più ostinato, dai vetri delle finestre. In alcuni i casi i risultati potrebbe essere davvero sorprendenti.

Vediamo, quindi, come fare per pulire i vetri delle finestre in modo semplice ed efficacericorrendo ad una serie di semplicissimi trucchi che, oltre a massimizzare la pulizia dei vetri, ci permetteranno di ridurre i tempi e la fatica.

Pulire i vetri con un sapone naturale “fatto in casa” semplice da preparare

Se i tradizionali detergenti per vetro “da supermercato” creano problemi, anche per questi olfattive, o non riescono a raggiungere livelli di soddisfazione soddisfacente è possibile ricorrere all’utilizzo di un detergente naturale “fatto in casa”, una soluzione ecologica, economica e, soprattutto, efficace. Crearsi da sé il detergente per pulire i vetri può sembrare complicato ma in realtà il tempo richiesto sarà davvero poco.

E’ possibile creare un detergente naturale liquido da spruzzare sui vetri, grazie ad un apposito spruzzino acquistato separatamente o riciclato da un precedente sapone, utilizzando una semplice saponetta da ridurre in scaglie che andranno poi disciolte in un contenitore d’acqua calda ma non bollente. E’ consigliabile disciogliere circa un cucchiaio di scaglie in un mezzo litro d’acqua. La soluzione ottenuta potrà essere spruzzata sulla superficie in vetro da pulire che andrà poi asciugata ricorrendo, ad esempio, ad un panno in microfibra, uno strumento duraturo che potrà essere riutilizzato in diverse occasioni dopo l’acquisto.

Se si desidera profumare il detergente fatto in casa si potrà ricorrere a qualche goccia di olio essenziale, ad esempio risulta particolarmente indicato per il compito l’olio essenziale di lavanda, che andrà disciolto all’interno del flacone. La saponetta utilizzata per creare le scaglie di sapone da disciogliere in acqua potrà anch’essa essere conservata e riutilizzata per altre finestre in futuro.

In alternativa a quanto visto è possibile creare un sapone fatto in casa utilizzando l’acido citrico, una sostanza che in casa può tornare davvero molto utile grazie ai tantissimi campi in cui può essere utilizzato, in particolare per pulire e per effettuare operazioni di manutenzione di elettrodomestici come lavastoviglie e lavatrici. Creando una soluzione base di acqua calda, acido citrico (basta un cucchiaio in un litro d’acqua per risultare efficace) magari aggiungendo un po’ di sapone naturale permetterà di avere sempre a disposizione un detergente efficace in grado di garantire un’ottima pulizia dei vetri delle finestre.

Pulire i vetri con una patata

Un trucco sorprendente per pulire i vetri delle finestre è quello di ricorrere ad una patata che può trasformarsi in un eccellente sostituto per di un rimedio tradizionale per pulire le finestre di casa senza lasciare aloni. Il sistema per utilizzare una patata per pulire i vetri è decisamente semplice. Basta prendere una patata cruda, non troppo dura o troppo verde, e tagliarla a metà in modo da poterla tenere in mano come se fosse una spugnetta senza troppi problemi.

A questo punto è necessario passare la superficie della patata sul vetro in modo delicato assicurandosi di aumentare l’intensità dell’azione di pulizia in prossimità delle macchie di sporco o delle ditate più marcate ed evidenti. Questo passaggio permetterà di sgrassare in modo efficiente la finestra in tutte le sue aree.

Terminato il passaggio di pulizia con la patata, la superficie del vetro andrà asciugata ricorrendo ad un panno in cotone precedentemente inumidito in acqua tiepida. Il risultato ottenuto sarà quello di una finestra pulita e priva di tracce di sporco che non presenterà i fastidiosi aloni che in molti casi rovinano il lavoro di pulizia appena eseguito.

Pulire i vetri con una cipolla

Tra i rimedi non convenzionali per pulire i vetri delle finestre senza lasciare particolari aloni ed eliminare tutte le macchie di grasso e sporco troviamo un altro rimedio naturale, forse anche più sorprendente della patata. Quando si deve pulire un vetro particolarmente unto e sporco, con macchie incrostate, che da tempo non riceve la giusta manutenzione è possibile ricorrere ad una cipolla bianca che si rivela essere un’eccellente alternativa ai detergenti tradizionali utilizzati per pulire i vetri di casa.

Tagliando la cipolla in modo del tutto analogo rispetto a quanto visto in precedenza con la patata si creerà questa particolarissima spugnetta naturale da utilizzare per pulire i vetri. Anche in questo caso, la cipolla tagliata andrà utilizzata in modo delicato su tutta la superficie della finestra da pulire al fine di ottenere un risultato soddisfacente. Nelle aree particolarmente sporche o grasse potrebbe essere necessario, come visto in precedenza, passare più volte questa insolita spugnetta che dopo un po’ di utilizzo potrà essere sostituita con la seconda metà della cipolla.

Anche in questo caso è necessario ricorrere ad un essenziale fase di asciugatura con un panno umido di cotone. In alternativa, è possibile ricorrere ad un foglio di giornale o ad un panno di microfibra umido. In tutti i casi, gli effetti della pulizia, grazie all’azione della cipolla, saranno ottimi ed i vetri torneranno a risplendere senza lasciare aloni particolari sulla superfice.

Pulire i vetri delle finestre con metodi non convenzionali è possibile

In conclusione, per pulire i vetri di casa esistono davvero tanti strumenti. E’ importante, prima di procedere alla pulizia, analizzare la situazione e valutare, quindi, il problema da affrontare e il livello di sporco che affligge le finestre. Ogni situazione si presta ad una soluzione differente e solo un’analisi attenta permetterà di completare in modo rapido ed efficace l’attività di pulizia.

Oltre ai rimedi tradizionali, spesso efficaci ma in alcuni casi insufficienti per effettuare una corretta pulizia dei vetri delle finestre, esistono tanti sistemi non convenzionali, piccoli trucchi, nati da esperimenti domestici, che possono tornarci davvero molto utili per pulire le finestre senza lasciare aloni.

Se, ad esempio, è necessario pulire un vetro e non si ha a disposizione uno strumento “tradizionale” i trucchi illustrati possono diventare delle eccellenti alternative per garantire un alto livello di pulizia in pochissimo tempo e con una spesa davvero minima, a tutto vantaggio dell’ambiente.

I classici detergenti da supermercato o i più conosciuti rimedi domestici, soluzioni di acqua e aceto o alcol e carta di giornale, non sono gli unici sistemi per garantire la pulizia dei vetri di casa. Fortunatamente le soluzioni per garantire una massima pulizia sono numerose e basta ingegnarsi un po’ per sconfiggere lo sporco in modo semplice ed efficace.

Clicca qui e reinventa il tuo spazio con un professionista Locaserve!