Categoria Stufe e camini

Lorenzo Giorgetti

Le canne fumarie vanno costruite a regola d’arte, con un solo focolare ciascuna, verticali e di larghezza omogenea, senza curve o pendenze, e isolate termicamente dal resto dell’edificio (specialmente dalle travi in legno).

Installate una valvola per la chiusura dell’aria e verificate spesso che non si formino crepe sulle pareti a contatto della canna, da cui potrebbero uscire fumo e fiamme. Bruciate legna secca non impregnata di resina, olio o catrame. Non usate l'alcol per accendere il fuoco (usare piuttosto prodotti specifici come i cubetti di diavolina). In generale, quando togliete la cenere e le braci, usate un contenitore di metallo e non conservatele in casa; non mettetele neppure nel cassonetto della spazzatura.

Nel caso in cui la canna fumaria prenda fuoco seguite i seguenti consigli. Non gettate acqua nel camino dall’alto; toccando le pareti arroventate le farebbe crepare all’istante; inoltre la pressione del vapore acqueo prodotto le può indebolire o distruggere. Potete bagnare con poca acqua la legna o il combustibile presente nel caminetto, ma senza bagnare i laterizi circostanti. Chiamate i vigili del fuoco al 115 ! Impedite l’accesso dell’aria alla canna dal basso; chiudete la valvola dell’aria, oppure il pannello di chiusura dell’intero caminetto, se li avete potete anche usare un estintore, dal basso. Allontanate mobili e altri oggetti dai muri attigui la canna fumaria.

 

Lorenzo Giorgetti

E’ proprio quando il vostro camino funge da punto focale della vostra camera che merita più di uno sforzo per capire come si faccia a costruirlo e manutenerlo.

Se si dispone di competenze di costruzione di base, si potrebbe provare da soli ad installare il camino che avete scelto. Tuttavia si potrebbe preferire fare ricorso ad un professionista per la costruzione e l’installazione. In tal modo si può essere sicuri che il lavoro venga fatto a regola d’arte da parte di un professionista affidabile.

I caminetti possono adattarsi ad ogni stile di decorazione e design, dal moderno al tradizionale al primitivo. La mensola del camino che si sceglie deve abbinare il vostro camino in progettazione per aggiungere un tocco di design coerente alla vostra camera . Un professionista può anche fornire indicazioni maggiori per aiutarvi a scegliere la mensola del camino giusto per il vostro camino e l'arredamento. In questo modo potrete garantirvi che il risultato finale sia una transizione graduale di caratteristiche di progettazione. Le dimensioni e lo stile del camino, infatti, devono completare il resto della stanza. Alcune mensole potrebbero richiedere una preparazione separata prima dell'installazione, mentre altre potrebbero essere pronte per l'installazione senza alcuna preparazione.

Con l’aiuto di un professionista qualificato, si avranno le competenze necessarie per garantire le misure accurate del camino da costruire. L'esperto misurerà l'intera larghezza e la distanza tra i bordi destro e sinistro al bordo esterno del camino esposto. L'esperto deve anche misurare le dimensioni del camino e l'altezza, la profondità e la larghezza del focolare. Le misurazioni devono includere anche l'altezza totale dal focolare o dal pavimento.

Se si verificano problemi di misurazione, l'installazione della mensola non si adatterà correttamente sopra il camino. Il posizionamento anche a giusta altezza sopra il camino garantirà risultati professionali. Se qualcosa interferisce con questo processo, allora il camino non fornirà i risultati desiderati. Il rivestimento del camino potrebbe contenere una varietà di materiali, tra cui mattoni, fibra di vetro e marmo. Il metodo di installazione della mensola dipende dai materiali del rivestimento. Se non si utilizzano gli strumenti ed il materiale corretto, allora la mensola del camino potrebbe non essere sicura e protetta. Una mensola del camino non protetta potrebbe comportare anche un distacco del rivestimento del camino.

Federico Bianchi Falchi

La stufa in maiolica ha attualmente riacquistato il proprio valore di fondamentale sorgente di calore al centro della casa , dopo che con l’avvento dei combustibili fossili quali gasolio e gas metano sembrava fosse tramontata la sua epoca.
Oggi più che mai invece questo tipo di riscaldamento si dimostra il più economico, sano e con un alto rendimento.

Questa stufa non è soltanto un accumulatore di calore, ma è l’espressione di una filosofia di vita che ha in sé valori come il benessere e la naturalezza. La stufa in ceramica al centro della casa offre i presupposti ideali per realizzare un’atmosfera accogliente e riassume in questo elemento unico cinque caratteristiche importanti:

  1. Un clima ambientale sano e confortevole
  2. Una scelta ecologica
  3. Una scelta estetica assolutamente personale
  4. Risparmio sui costi
  5. Garanzia di un maestro fumista

La stufa in maiolica svolge oggi un ruolo importante nella definizione architettonica dell’abitazione e puo’ adattarsi ad ogni ambiente, rustico o moderno, classico o all’avanguardia.

Come funziona?

Si compone , nel proprio nucleo, da una camera di combustione composta da mattoni refrattari, alla quale sono collegati i giri di fumo anch’ essi formati da materiale refrattario.
Il blocco di refrattario viene riscaldato dalla combustione della legna grazie al fatto che i fumi caldi scorrono attraverso i condotti fumari ed il calore viene ceduto al materiale refrattario; questo accumula il calore, lo trasmette alla maiolica esterna che a sua volta lo irradia nell’ambiente circostante.

Con una combustione che dura circa 45 minuti, e grazie alla sigillatura ermetica della camera di combustione, nella quale si conservano le braci, la stufa in ceramica può riscaldare un locale per oltre 20 ore.

Il calore che viene ceduto dalla stufa in maiolica viene percepito come molto piacevole grazie alla sua elevata percentuale di radiazione.

Il calore irradiato non riscalda solamente l’aria di un ambiente, bensì anche gli oggetti che si trovano in questo ambiente (ad esempio la parete, i mobili, ecc..). Questi oggetti restituiscono il calore all’aria che si trova nell’ambiente stesso.

Oltre a ciò la stufa in ceramica riscalda l’ambiente in maniera uniforme e non produce , come avviene ad esempio nel caso del riscaldamento convettivo, zone con temperature diverse.

Vantaggi ecologici

La stufa in ceramica rappresenta un sistema di riscaldamento ecologico che , se costruito sulla base di determinate regole tecniche ed utilizzando legna come combustibile, raggiunge dei valori di emissione molto bassi. Ogni produzione di energia grava sull’ambiente, bisogna vedere però quale danneggia in modo minore il nostro ambiente. Con una combustione ottimale di legna non aumenta la componente di anidride carbonica presente nell’aria quindi non viene alimentato l’effetto serra, al contrario di quanto avviene nel caso di combustione di gas, gasolio, carbone.

Garanzia di un maestro fumista

Dal rendimento di una stufa in maiolica si riconosce la capacità di un maestro fumista, ma anche la diligenza di chi la usa. Infatti, a parte il calore perso dal tiraggio, non si verificano altre perdite di energia se non per alimentazione non conforme e conseguente cattiva combustione.

La stufa in maiolica non è un prodotto improvvisato: ogni stufa deve essere adeguata tecnicamente, stilisticamente ed economicamente all’ambiente in cui va inserita. Questo è il compito degli esperti, cioè dei maestri fumisti.

Un altro aspetto importante è il calcolo del fabbisogno termico che determina le dimensioni e la costruzione interna della stufa in ceramica. Un maestro fumista progetterà la stufa in modo tale da raggiungere il massimo rendimento col minore impiego di energia. Anche per la creazione estetica ( design, colore, mattonelle) il maestro fumista è la persona più indicata a fornire suggerimenti importanti per ottenere una soluzione soddisfacente.

Ogni stufa in maiolica viene progettata e costruita solamente da un maestro fumista, è quindi importante verificare che l’artigiano scelto sia competente e abilitato a costruire stufe.