Arredamento classico o moderno? Ecco le differenze

Scegliere l'arredamento per la propria abitazione è un momento particolare, stile classico o moderno? Farli convivere o utilizzare solo qualche pezzo dell'uno e qualche pezzo dell'altro? Stile classico e moderno a prima vista sembrano totalmente distinti, ma ci sono delle parti comuni. Quello classico è uno stile intramontabile, oggi forse si è adattato, tanto è vero che si parla di stile classico contemporaneo in cui le forme si sono alleggerite i colori sono più vivi e gli intarsi sono assenti. Detto questo vediamo da vicino quali sono le differenza sostanziali. Nell'arredamento classico il legno, spece quello di ciliegio o noce, è predominate, mentre in quello moderno ci sono alluminio e laminati per evitare una continua manutenzione. Riguardo alle stoffe, velluto e seta per il classico, utilizzate anche per rivestire divani, sedie e realizzare tendaggi o tappezzeria in generale. Il moderno utilizza perlopiù materiali sintetici e lavabili, non vengono usate stoffe per i divani ma la pelle. Se i tendaggio sono di tessuto utilizzano un colore neutro. I colori del classico sono quelli del legno, del cotto e della pietra per i pavimenti, le pareti sono neutre o al massimo hanno dei colori pastello neutro. Il moderno ha sicuramente dei colori leggeri. Riguardo al soggiorno, quello classico è ricco di intarsi, decorazioni e legno in prevalenza, è caratterizzato poi da vetrine per l'esposizione di soprammobili e i divani sono ricoperti di velluto o di raso. Il soggiorno moderno invece è minimale, ci sono grandi spazi ed è praticamente freddo, sono presenti solo elementi funzionali quindi è privo di vetrine e soprammobili, il divano è solitamente di pelle nera o bianca. Anche nel bagno classico è presente il legno su cui viene appoggiato il lavabo con tre fori, sui mobili c'è il marmo. Le lampade hanno un paralume e le linee sono solitamente affusolate. Linee geometriche invece per il bagno in stile moderno con miscelatori e luce proveniente da aplique che vengono posizionati ai lati dello specchi. La camera da letto classica è caratterizzata da un letto alto in ferro battuto oppure in legno masselo. Comò e armadi anch'essi in legno con intarsi, il tutto completato da comodini e guardaroba dello stesso materiale. Il letto della camera moderna invece è basso e i mobili sono privi di intarsi e assolutamente funzionali. La cucina classica è caratterizzata da pietra (solitamente marmo) per ricorpire i mobili in legno, pavimento in cotto ed elementi a vista come il vetro. Quella moderna invece è caratterizzata da superfici in acciaio completamente lavabili e lucide. Sgabelli e piani alti e i più moderni elettrodomestici. Allora cosa scegliere? Un connubio forse sarebbe l'ideale per ogni stanza con elementi che si possono sposare.