Energia pulita, i pannelli solari

Tra le energie pulite per i nostri ambienti domestici c'è sicuramente quella solare. I primi pannelli vennero realizzati già all'epoca dei romani.

Gli studi poi si sono evoluti nei secoli fino al 1891 quando è stato brevettato il primo pannello per la produzione di acqua calda sanitaria. Questo sistema si diffuse negli anni spece a seguito della crisi energetica del 1973 negli Stati Uniti. Nel 1935 in America venne costruito anche il primo edificio riscaldato grazie ad un impianto di pannelli. Il sistema dei pannelli solari termici è semplice, esso è costituito proprio da un pannello che riceve i raggi del sole e da uno scambiatore dove è presente un fluido per trasferire ad un serbatoio l'energia accumulata. Il sistema può avere due tipi di trasferimento, naturale o forzato. Il primo consente al liquido che si riscalda (normalmente si usa il cosiddetto liquido antigelo miscelato con acqua), di trasferire il calore alla parte di acqua fredda restante nel serbatoio. Da qui la produzione di acqua calda. Nel trasferimento forzato si utilizzano invece dei sensori elettrici per pompare il fluido. Oltre ai pannelli ad acqua esistono quelli ad aria, ovviamente in questo caso è proprio l'aria a trasferire il calore. I pannelli solari naturalmente possono essere usati anche per l'erogazione di energia elettrica. Si parla quindi di pannelli fotovoltaici. In questo caso il liquido diventa gassoso e la sostanza che ne deriva passa attraverso una turbina termoelettrica che la converte in energia. I vantaggi dei pannelli solari sono innumerevoli. Vediamone alcuni. Utilizzano energia pulita ed inesauribile. Non producono inquinamento in quanto non bruciano sostanze che poi rilasciano nell’atmosfera gas tossici. Riducono il consumo di combustibili fossili. Permettono di godere di contributi pubblici, agevolazioni fiscali, incentivi promossi dal Ministero dell’Ambiente, dalle Regioni, dalle Province e da alcune banche che mettono a disposizione dei mutui agevolati. Aumentano il valore economico di una casa. Da considerare anche qualche svantaggio. I pannelli a cellule fotovoltaiche riflettono la maggior parte dell'energia solare e i meno tecnologici ne assorbono solo il 23% che può arrivare al 67% con la presenza di strati antiriflesso. Ecco perché per ridurre la dispersione esistono pannelli che ruotano seguendo il sole. Una vera è propria rivoluzione del settore si prepara con il susseguirsi degli studi che porterebbero l'assorbimento al 96,21%. Ma bisognerà fare i conti con i costi di questi nuovi pannelli. Mediamente una struttura abitata da quattro persone richiede una erogazione 3 kw, il costo dei pannelli fotovoltaici chiavi in mano si agira intorno ai 10.500 – 13000 Euro. Di gran lunga minore invece è il costo dei pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria. Un serbatoio capace di produrre 800 litri di acqua calda al giorno con relativi pannelli si agira intorno ai 1000 Euro.