Quando i miscelatori sono estremi

Esistono moltissimi modelli di miscelatori alcuni divertenti, altri seriosi e altri ancora poco funzionali, ma capaci di sorprendere la persona che lo usa per la prima volta. Come scegliere quello giusto? Innanzitutto guardiamo quante tipologie di design esistono sul mercato, poi passeremo alla scelta più giusta per noi.

 Rubinetto anello

Rubinetto ad anello: design semplice dal forte impatto visivo. L’acqua scorre dall’anello posto all’estremità del miscelatore. Interessante perché oltre all’inattesa forma del flusso a sezione cava ha un particolare effetto sorpresa sulla persona che lo utilizza.

 

Hansa Latrava: disegno di Octopus Design. Ciò che lo rende interessante è la forma del flusso d’acqua. Il flusso non più circolare, ma lineare bagna una superficie maggiore a parità di acuqua erogata.

 

Rubinetto Luna : creato da Graff, è un rubinetto di tre metri di altezza fissabile a parete, disponibile in cromo lucido e nickel spazzolato. La forma è stupenda, di grande impatto, talmente elegante che lo rende perfetto per un bagno degli ospiti.

 

Rubinetto Lavandino Beosink 

Rubinetto lavandino Beosink : un concetto interessante del designer Jessica Hunt, il rubinetto è senza manopole, fornisce vari flussi d’acqua attraverso i punti di contatto laterali.

 

Rubinetto illuminato : realizzato con del materiale trasparente molto simile al vetro viene attraversato e illuminato da una luce led che indica la temperatura dell’acqua (da rosso al blu).

Rubinetto fiore

Rubinetto fiore : il rubinetto Flower di Hego WaterDesign è fatto di vetro e si presenta come un vero e proprio vaso. Molto divertente e decorativo. Poco igenico, ma molto scenico.

 

Rubinetto di legno

Rubinetto in legno : miscaltore inusuale, dal cuore in ottone e la pelle in legno. Design semplice e quasi banale, punta tutto sull’effetto sorpresa del materiale superficiale che lo compone.

 

Fluid Faucet

Fluid Faucet : raffinato, elegante e sofisticato. Ha un touch pannel che permette il controllo della temperatura e del flusso d’acqua posizionato proprio nei pressi della bocca d’uscita.

 

Newform Morpho

Newform rubinetto Morpho : un design sorprendente degno di un film di fantascienza, peccato per la presenza dei due blocchi cilindrici che vanificano la leggerezza e l’impatto visivo del miscelatore.

 

Rubinetto Fontana Tab

Rubinetto Fontana Tab : Jinsun Park e Woo Byungmin hanno progettato questo rubinetto. Una fontanella azionabile premendo un piccolo pulsante, altrimenti funziona come un normalissimo miscelatore.

 

Rubinetto amici del rubinetto

Amici del rubinetto : progettato da Baek Uyeol, è un fantastico gadget che è possibile allegare al rubinetto esistente, è dotato di uno schermo che ti permette di conoscere la temperatura dell’acqua e la quantità di acqua che viene utilizzata.

 

Rubinetto telefono

Rubinetto telefono : il rubinetto consente di comporre il numero di secondi per cui si desidera avere il flusso di acqua. Decisamente divertente e utile a limitare il consumo di acqua.

Tante scelte implicano tanta responsabilità per fare quella giusta.

 

Quindi quale rubinetto scegliere?

Abbiamo visto che esistono molte possibili scelte per i miscelatori del il nostro bagno e della nostra cucina. 
Più c’è scelta e più è facile sbagliare.

Al CERSAIE (Salone internazionale della ceramica per l’edilizia e l’arredobagno) di quest’anno ho confrontato i produttori di miscelatori per la casa, ho analizzato le caratteristiche dei loro prodotti più innovativi estrapolando delle linee guida che permettano di fare una scelta accurata e consapevole, indipendentemente dal design della forma (che appartiene al gusto personale)

Secondo il mio parere un miscelatore deve assolutamente: rispettare l’ambiente e permettere di risparmiare energia

  • IL LIMITATORE DI ENERGIA Importantissimo oltre semplicemente geniale, è una di quelle accortezze che ora che la si vede utilizzata in alcuni prodotti pionieri ci si chiede “perché non ci avevamo pensato prima?” Quando la leva è in posizione centrale il miscelatore eroga solamente acqua fredda, anzichè la consueta acqua miscelata calda e fredda. Questo evita l’accensione della caldaia, riducendo notevolmente il consumo di acqua calda, risparmiando denaro e non immettendo fumi di combustione nell’ambiente.

  • IL LIMITATORE DI TEMPERATURA Il limitatore di temperatura è regolabile agendo direttamente sulla cartuccia, ed evita un eccessivo consumo di acqua calda, proteggendo inoltre da un eventuale pericolo di scottatura. E’ sufficiente ruotare la placchetta di controllo nella parte superiore della cartuccia in direzione “più” o “meno” e il miscelatore erogherà una temperatura d’acqua maggiore o minore a seconda delle specifiche richieste.

  • UTILIZZO DI MATERIALE “PULITO” Verificare che l’azienda produttrice abbia un impianto di depiombatura all’avanguardia: questo certifica che il materiale è “pulito” al 100%, anche nei primi giorni di utilizzo del miscelatore in cui si avrebbe un leggero rilascio di microparticelle nocive. RISPARMIO DI ACQUA 1 Ormai presente su tutti i prodotti l’Aeratore arrichisce il flusso dell’acqua di bollicine d’aria permettendo di raggiungere un risparmio netto di liquido fino al 70% rispetto ad un rubinetto privo dell’Aeratore.

  • CARTUCCIA DI NUOVA GENERAZIONE Una cartuccia che consente all’acqua di raggiungere la cima del corpo del rubinetto scorrendo esternamente al profilo della cartuccia. Questo permette un design pulito e lineare, come una bocca sottile e a filo del corpo, e una minore usura meccanica, non essendoci deposito di calcare all’interno della cartuccia stessa. Questa nuova tipologia di cartuccia viene realizzata utilizzando esclusivamente componenti di alto livello qualitativo come la plastica alimentare, frutto di costanti investimenti al fine di garantire maggiore rispetto verso il consumatore finale.

  • RISPARMIO D’ACQUA Esistono miscelatori che permettono di risparmiare acqua in un modo molto intelligente: c’è un freno che subentra al superare del 50% della portata totale del rubinetto. Applicando un lieve sforzo si può aumentare il flusso fino al 100%. Questa soluzione abbinata ad un regolatore di portata che permette di decidere quale sarà la portata massima del miscelatore, indipendentemente dall’aeratore e dalla pressione dell’acqua, permette di risparmiare quasi il 70% di acqua potabile.

 L'autore

Daniele DevotiArch. Daniele Devoti

Nato in Svizzera, laureato in Architettura allo IUAV a Venezia,
si occupa da anni di ristrutturazione e progettazione di case private.