Risparmiare sulla bolletta e non inquinare? Ecco come con i pannelli fotovoltaici!

I pannelli fotovoltaici convertono l' energia solare in elettricità grazie a specifiche proprietà fisiche dei semiconduttori.
La tecnologia fotovoltaica si basa sulla cella formata da materiale semiconduttore alla quale vengono collegati i contatti elettrici.

Grazie alla luce solare la cella produce energia elettrica in corrente continua, poi trasformata in corrente alternata, utilizzata nei normali impianti elettrici domestici. Le celle fotovoltaiche ed un vetro di rivestimento si trovano nella parte anteriore del pannello.

La quantità di luce solare influenza l'intensità della corrente di corto circuito della cella in maniera direttamente proporzionale. La potenza massima estraibile dalla cella viene misurata in watt di picco (Wp).

Un pannello fotovoltaico non è altro che un insieme di celle fotovoltaiche unite o collegate in serie o in parallelo. I moduli più diffusi generalmente sono composti da un numero di celle fotovoltaiche variabile dalle 30 a 36, con un peso di circa 7-8 kg.

TIPI DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

La configurazione di un impianto fotovoltaico può essere diverso a seconda dei diversi utilizzi.

Il generatore o campo fotovoltaico genera corrente continua e la convoglia verso il carico. Quest' ultimo può essere rappresentato da un' utenza in corrente continua o alternata, o da una batteria che alimenta a sua volta un carico.

Esistono sistemi fotovoltaici isolati o collegati alla rete. I primi li troviamo in utenze isolate e lontane dalla rete elettrica. In questo caso il sistema fotovoltaico genera corrente elettrica ed una batteria o accumulatore serve per l' accumulo dell' energia elettrica prodotta.

Il sistema fotovoltaico in rete invece non necessita di batteria in quanto l' energia prodotta può essere convogliata direttamente nella rete elettrica.

 

COMPONENTISTICA DELL' IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Un impianto fotovoltaico per poter funzionare correttamente ha bisogno dell' installazione di diversi componentisti. Le parti che costituiscono un impianto fotovoltaico sono le seguenti: generatore, cablaggi, connessioni, diodi, dispositivi di sicurezza, sezionatore di circuito, gli accumulatori (nel caso di impianti isolati).

MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Uno dei principali vantaggi di un impianto fotovoltaico è la scarsa manutenzione di cui necessitano. Attualmente la vita media di un impianto fotovoltaico oscilla dai venti ai trent' anni. Si stima che il costo di installazione di un impianto si ammortizzi nel giro di dieci anni, dopo di che si potrà iniziare a guadagnare.

Affinché i moduli fotovoltaici riescano a captare e trasformare questo in energia elettrica è necessario e fondamentale che il modulo sia disposto e orientato in maniera ottimale verso SUD.

Oltre all'orientamento verso il sud è necessario calcolare l'inclinazione del pannello che varia in base alla latitudine, all' ombreggiamento ecc…Tutti questi calcoli sicuramente potranno eseguirli gli installatori specializzati.

VANTAGGI COSTI/BENEFICI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Oltre ai costi per l'installazione dei vari moduli ci sono anche dei vantaggi anche economici ed ambientali. Nessun inquinamento e nessuna immissione di gas serra in atmosfera. L' impianto fotovoltaico una volta installato necessita di pochissima manutenzione e quindi anche di pochissime spese. Inoltre attualmente con le politiche di incentivazione statali e regionali si può addirittura guadagnare vendendo l' energia elettrica prodotta in surplus oltre al proprio fabbisogno.