arredamento

admin

Compatti e gli arredi per la cameretta di bimbi e ragazzi sono progettati per risolvere ogni problema di spazio.

Con un'ampia scelta di materiali, finiture e colori e un'innata vocazione a trasformarsi nel tempo per adattarsi alle fasi della crescita.Nella cameretta i ragazzi trascorrono molte ore della giornata, per questo motivo è bene che sia accogliente e ben organizzata.  Devono essere presenti un letto comodo da poter usare anche come seduta per il giorno, una grande scrivania, una libreria o una serie di mensole e un armadio per riporre tutto: giocattoli, vestiti e attrezzature sportive. È inoltre importante che gli arredi siano in grado di adeguarsi alle loro esigenze nel tempo. Per sfruttare al massimo lo spazio e avere a disposizione, anche in un ambiente di dimensioni ridotte, sia la zona studio sia la zona notte, esistono molte soluzioni salvaspazio, in alcuni casi anche trasformabili.

Spazio in più

 Il letto singolo misura solitamente 80-90 cm di larghezza per 190-200 di lunghezza. Sotto la rete può essere inserito un secondo letto estraibile su ruote oppure si sistemano cassetti per la biancheria. È bene lasciare una distanza minima di 70 cm tra il letto e la parete o l’armadio, necessaria per il passaggio. I letti scorrevoli, con la base agganciata ai binari integrati in boiserie attrezzate, sono molto flessibili. Tra il letto superiore e quello inferiore c’è spesso anche la possibilità di inserire uno scrittoio estraibile. I letti parzialmente sovrapposti, allineati o ad angolo, consentono di sistemare quello superiore a una quota inferiore rispetto ai modelli a castello tradizionali.

Clicca qui e reinventa il tuo spazio con un professionista Locaserve!

denis arnaboldi

Siamo oneste, la nostra casa ci sembra sempre troppo piccola. Se non potete acquistare un appartamento più grande ecco i 5 consigli su come far sembrare la casa più grande senza interventi di muratura, sono semplici trucchi che si possono applicare in tutte le abitazioni.

1: Colori chiari

Per far sembrare più grande la vostra casa lasciate dipingetela con colori chiari, puntate sui toni chiari anche per i mobili per dare ampiezza e luminosità. E consiglibbile lo stesso colore e lo stile per gli infissi e per i mobili, cosi facendo l’aspetto della stanza uniforme.

arredare-casa-piccola
 

2: Illuminazione

La luce naturale, va sfruttata al massimo, anche per questioni di risparmio energetico. Valorizziamo anche le finestre, il trucco è installare bastoni delle tende più lunghi dell’ampiezza della finestra. E appendervi lunghe tende monocromo, cosi facendo oltre a far entrare più luce, farà sembrare più grande la finestra.

3: Mobili

Pochi mobili con più funzioni, mobili sospesi come mensole e scaffali vi aiuteranno a recuperare spazio senza dover rinunciare alla funzionalità e all’estetica. L’utilizzo di arredi di diverse proporzioni farà apparire l’ambiente più grande. Disporre i mobili al centro di una stanza, come ad esempio i divani al centro del salone, darà immediatamente un’impressione di maggior ampiezza all’intero ambiente.

4: Specchi

giochi di specchi possono dare illusioni ottiche non indifferenti alla vostra casetta, soprattutto se con studiata noncuranza vengono posti di fronte a finestre, per riflettere spazio e luce.

5: Guerra al disordine

Trovate un posto per tutto ed eliminate gli eccessi, questo farà sembrare la vostra casa più grande. Ogni oggetto in eccesso farà sembrare casa tua più piccola.

Ti abbiamo da 5 consigli su come far sembrare la casa più grande, ora tocca a te, hai già usato questi consigli? hanno cambiato la percezione dello spazio di casa tua?

Clicca qui e reinventa il tuo spazio con un professionista Locaserve!

denis arnaboldi

Per illuminare una stanza in modo creativo e unico, cosa c’è di meglio delle lampade fai da te? Basta un po’ di manualità, l’idea giusta, il progetto vincente e il gioco è fatto. Strumenti di illuminazione, ma sempre più veri protagonisti dell’arredamento, oggetti di design che danno un senso, definendone proporzioni e accenti, allo stile di un ambiente: le lampade sono elementi da non sottovalutare. Se l’obiettivo è risparmiare o distinguersi dalla massa, confezionando una lampada fai da te davvero esclusiva, ecco tante idee originali perfette allo scopo.

Lampadine, lampadine, lampadine

Le lampadine, vecchie o nuove, inutilizzabili o funzionanti, possono diventare le protagoniste principali di un progetto di illuminazione davvero particolare, di diverse declinazioni e versioni di lampada e di lampadario.

La versione da tavolo. Per comporre la lampada di lampadine, basta procurarsi un po’ di fil di ferro, una decina di lampadine usate e una, leggermente più grande delle altre, nuova e funzionante, completa di portalampada collegato alla corrente elettrica, con filo e interruttore. A questo punto si può comporre la struttura portante, creando un cerchio con il fil di ferro, a cui vanno incollate per la virola, una di fianco all’altra, tutte le lampadine.

Completata la struttura principale, si può inserire al centro, legandola con il fil di ferro, la lampadina funzionante e la lampada da appoggiare al tavolo è pronta.
Il lampadario in barattolo prevede l’utilizzo di tre vasetti di vetro (come quelli delle marmellate), tre lampadine con filo e portalampade. Basta praticare un foro nel coperchio del vasetto, sufficiente per inserire la lampadina, appendere il tutto al soffitto, a diverse altezze e il lampadario è pronto. 

Fai da te eco chic

Si può realizzare una lampada fai da te eco-sostenibile, utilizzando materiali di riciclo, come la plastica o la carta, per esempio. Assemblando i bicchierini di plastica bianca o i pirottini di carta, che si utilizzano per cuocere pasticcini e dolcetti, fino a formare una sfera, per esempio, si può ottenere un lampadario dall’effetto scenografico garantito. 

Basta incollare tra loro tutti i componenti, fino a ottenere la forma desiderata, lasciando lo spazio per inserire il portalampade completo di lampadina da appendere al soffitto.

Vecchi pezzi di carta di riso, carta velina o cartine geografiche possono prendere nuovamente vita, se assemblate intorno a una struttura si fil di ferro, all’interno della quale si inserisce il portalampada, completo di base per tavoli e tavolini. Il fil di ferro può essere modellato fino a diventare un parallelepipedo, un trapezio o una forma astratta a piacere: si incollano i ritagli di carta fino a coprirne tutti i lati, lasciandone uno libero in cui si posiziona la base e il portalampade con la lampadina.

Stoffa, tricot, crochet


Per le amanti dei ferri, dei lavori a maglia o all’uncinetto, la lampada più originale incorpora anche questa passione. Basta ricoprire la luce con un “cappello” lavorato a dovere, tricot o crochet, e l’effetto sorpresa è garantito.

In alternativa, si può optare per un progetto meno impegnativo, per cui basta un portalampade con lampadina e un pezzo di pannolenci del colore preferito. Si realizza una spirale, ritagliando a dovere il tessuto, si fissa la base al porta lampade e il resto si affida alle onde create naturalmente dal feltro.

Clicca qui e reinventa il tuo spazio con un professionista Locaserve!

Federico Bianchi Falchi

Rivalutato dopo essere stato a lungo trascurato, oggi recupera spazi, stile e funzionalità. Ecco come trasformarlo nel biglietto da visita della vostra casa. Dopo essere stato bandito per anni dal moderno schema progettuale dell'open space, a favore di una più razionale distribuzione degli spazi, l'ingresso si riappropria finalmente della sua identità per tornare a essere funzionale locale di sempre, visivamente separato dagli ambienti con cui comunica.

Ti accoglie e, al primo sguardo, ''parla'' subito di te e svela il carattere della tua casa, anticipandone stile e personalità: ecco perchè, se c'è un locale che deve rappresentarti in pieno, questo è proprio l'ingresso. E' un po' come se, una volta varcata la soglia, il locale presentassse il biglietto da visita della casa...si può restarne affascinati e incuriositi di vedere il resto, oppure delusi e per niente coinvolti, o semplicemente a proprio agio.

Strettamente connesso al passaggio tra l'esterno e l'interno, e viceversa, questo locale deve poter garantire una duplice e contrapposta funzione: una rapida, pratica e razionale uscita e un comodo, accogliente e rilassante ingresso in casa (anche per gli ospiti). Due obiettivi che si raggiungono progettando spazi e arredi personalizzati e finalizzati alle proprie esigenze abitudini.

Non sempre chi suona alla porta è un ospite atteso o con cui si ha una confidenza tale da volere o potere condividere ciò che sta accadendo nel resto della casa: questo è uno dei motivi che hanno riportato alla luce l'esigenza di rivalutare l'ingresso come spazio ''isolato'' con funzione di filtro.

 

Lorenzo Giorgetti

E' la showgirl più amata dagli italiani, da poco è mamma e il suo compagno è il ballerino Stefano De Martino che ha sbaragliato Amici di Maria De Filippi. Naturalmente lei è Belen Rodriguez e oggi entriamo in casa sua grazie ad un servizio realizzato dalla rivista AD. Si tratta della sua abitazione milanese in zona Moscova.

Un arredamento misto tra classico e moderno con elementi anche minimal di gusto estremamente raffinato. Immancabile una zona dedicata solo al guardaroba e alle scarpe e naturalmente l'angolo palestra. Ecco le foto.

casa_belen_rodriguez2

casa_belen_rodriguez1

casa_belen_rodriguez3

casa_belen_rodriguez4

casa_belen_rodriguez5

casa_belen_rodriguez6

casa_belen_rodriguez7

casa_belen_rodriguez8

casa_belen_rodriguez9

casa_belen_rodriguez10

Lorenzo Giorgetti

Il soggiorno è la parte della casa che fa da biglietto da visita per gli ospiti, ma è anche quella zona dove i membri della famiglia trascorrono il tempo rilassandosi. L'arredamento quindi va scelto in funzione di questi due elementi. Ospitare qualcuno intrattenendolo significa farlo accomodare in un posto esteticamente bello ma anche comodo. Elementi importanti, ma non fondamentali, quindi sono il divano e le poltrone. Si consigliano delle sedute larghe e spaziose, soprattutto per chi ha un soggiorno ampio. Ma come detto prima questi due elementi di arredo non sono fondamentali soprattutto se li si accosta alla Tv. Nell'immaginario della gente il soggiorno è proprio pensato intorno a divano e televisione, ma ci sono altri elementi di arredo importanti che rendono la vita in questa stanza più confortevole e rilassante. Infatti non è solo la zona dove far accomodare gli ospiti. Allestire un angolo lettura con delle piccole sedute può essere una idea. Magari utilizzando una lampada sospesa che abbia una luce diretta.

Per approfondire l'argomento con sulta la nostra guida cliccando qui: http://www.locaserve.com/guide/come-arredare-il-soggiorno

 

Trova imbianchino, idraulico, architetto

 

Lorenzo Giorgetti

Scegliere l'arredamento per la propria abitazione è un momento particolare, stile classico o moderno? Farli convivere o utilizzare solo qualche pezzo dell'uno e qualche pezzo dell'altro? Stile classico e moderno a prima vista sembrano totalmente distinti, ma ci sono delle parti comuni. Quello classico è uno stile intramontabile, oggi forse si è adattato, tanto è vero che si parla di stile classico contemporaneo in cui le forme si sono alleggerite i colori sono più vivi e gli intarsi sono assenti. Detto questo vediamo da vicino quali sono le differenza sostanziali. Nell'arredamento classico il legno, spece quello di ciliegio o noce, è predominate, mentre in quello moderno ci sono alluminio e laminati per evitare una continua manutenzione. Riguardo alle stoffe, velluto e seta per il classico, utilizzate anche per rivestire divani, sedie e realizzare tendaggi o tappezzeria in generale. Il moderno utilizza perlopiù materiali sintetici e lavabili, non vengono usate stoffe per i divani ma la pelle. Se i tendaggio sono di tessuto utilizzano un colore neutro. I colori del classico sono quelli del legno, del cotto e della pietra per i pavimenti, le pareti sono neutre o al massimo hanno dei colori pastello neutro. Il moderno ha sicuramente dei colori leggeri. Riguardo al soggiorno, quello classico è ricco di intarsi, decorazioni e legno in prevalenza, è caratterizzato poi da vetrine per l'esposizione di soprammobili e i divani sono ricoperti di velluto o di raso. 

Per saperne di più clicca qui: http://www.locaserve.com/guide/arredamento-classico-o-moderno-ecco-le-differenze

Lorenzo Giorgetti

La bolletta della luce è troppo salata? Ecco tre oggetti che ti aiutano a tenerla sotto controllo. 

Cominciamo da Flower Lamp, ovvero un lampadario a forma di fiore hi-tech che si apre e si chiude a seconda dell'energia elettrica che stai consumando. Per esempio: se oltre alla lampada tieni acceso il phon, la radio e il forno elettrico, i petali di Flower Lamp tenderanno a chiudersi risparmiando energia. Non è una bella trovata?

Arriva Bel Air, una piccola serra casalinga. In che senso? Beh hai letto bene... E' un dispostivo che funziona come una serra nella quale ci sono delle pianti coltivate in laboratorio che assorbono tutti gli agenti tossici della casa. Puo' sostituire tranquillamente gli impianti elettrici domestici di depurazione.

E infine, ti sei mai chiesto quanta energia stai consumando in un dato momento? E soprattutto quanto stai pagando? Ti aiuta Wattson, che come il fido collaboratore di Sherlock Holmes, indaga sui tuoi consumi. Basta appilcarlo ad una presa elettrica e ti dirà quanto costa il tuo cosumo attuale.

Federico Bianchi Falchi

Il divano è l'elemento più importante del nostro soggiorno, trovare quello più adatto è fondamentale.
Conoscere le caratteristiche principali e le tipologie dei prodotti in commercio è indispensabile per una scelta consapevole, ma prima di questo si devono progettare gli spazi della stanza definendo le aree che saranno occupate e quelle libere per il passaggio. 
Successivamente si definisce quale funzione avrà il divano all'interno del nostro soggiorno, sarà usato quotidianamente e per molte ore? In questo caso sarà necessario trovare un buon compromesso tra la comodità e l’estetica.
Dovrà essere utilizzato anche come posto letto? Ecco che dovremo cercare tra i modelli che presentano l’apposito meccanismo di trasformazione.

http://www.locaserve.com/guide/come-scegliere-il-divano-giusto

Abbonamento a RSS - arredamento